Aiuto crisi Corona

CORONAVIRUS 


Misure nella lotta contro il coronavirus 


Cosa devono sapere ora le aziende


“Insieme possiamo superare la crisi!

Informazioni attuali

Cari soci VSR,

l’associazione vi sostiene anche in questo difficile momento. Negli ultimi giorni avete ricevuto via e-mail informazioni su come affrontare la crisi della corona. Per aiutarvi a tenervi aggiornati, qui troverete importanti informazioni aggiornate e tutti i documenti rilevanti che avete ricevuto via e-mail nei giorni scorsi. Stiamo gestendo la crisi!

Link: www.seco.admin.ch
Link: www.bag.admin.ch

Specifiche per il funzionamento e il lavoro quotidiano

Saremo lieti di informarvi sugli effetti delle ultime decisioni federali sulla vostra azienda.

Operazione

Si prega di notare i volantini VSR nel supplemento

  • Le aziende che operano nel settore della protezione solare e della protezione dalle intemperie possono rimanere aperte. Si applicano i requisiti di corona del governo federale (vedi sotto)
  • I negozi devono essere chiusi
  • Negli showroom si deve garantire che i requisiti della Confederazione siano rispettati o che siano chiusi
  • Se voi o i vostri collaboratori lavorate nelle abitazioni private o nei cantieri, dovete osservare le raccomandazioni della Confederazione
  • Il numero di persone nei cantieri deve essere limitato
  • Nelle sale ristoro e nella mensa non possono essere presenti più di cinque persone, e anche in questo caso devono essere rispettate le norme federali
  • Le consultazioni dovrebbero avvenire per telefono, se possibile
  • I collaboratori del servizio e il personale sul campo devono partecipare ad appuntamenti esterni solo se possono essere soddisfatti i requisiti dell’Ufficio federale della sanità pubblica

I requisiti del governo federale

  • Non più di 5 persone possono stare insieme
  • Mantenere una distanza di 2 metri
  • Il personale / i visitatori devono essere in grado di lavarsi / disinfettarsi le mani
  • Nessuna stretta di mano
  • Tossisci e starnutisci in un fazzoletto o nell’incavo del braccio.
  • Rimanere a casa con febbre e tosse
  • Le persone a rischio restano a casa

Sono considerate particolarmente a rischio le persone di età superiore ai 65 anni e le persone che soffrono in particolare delle seguenti malattie: Alta pressione sanguigna, diabete, malattie cardiovascolari, malattie respiratorie croniche, malattie e terapie che indeboliscono il sistema immunitario, cancro. I dipendenti particolarmente a rischio svolgono i loro compiti contrattuali da casa. Se ciò non è possibile, il datore di lavoro dà loro un congedo con stipendio continuato.

Attenzione: se le aziende non rispettano le direttive, i Cantoni possono ordinare una chiusura

Lavoro a breve terminet

  • La compensazione per il lavoro a tempo breve si applica ora anche agli apprendisti e ai dipendenti con un’occupazione a tempo determinato o temporanea
  • Il periodo di attesa non si applica
  • I lavoratori non devono più ridurre gli straordinari prima di tutto

Rinvii di pagamento

Per le società interessate sono possibili dilazioni di pagamento senza interessi di mora, da ora e fino al 31 dicembre:

  • Assicurazioni sociali (AVS, AI, IPG, ALV), tramite la cassa di compensazione
  • Imposta sul valore aggiunto
  • Dazi doganali
  • Imposta federale diretta
  • accise specifiche
  • imposte di incentivazione (inclusa la LSVA)

Domande/risposte

Naturalmente sono sempre disponibile a rispondere alle vostre domande (anche nei fine settimana via e-mail).

Telefono: 058 462 00 66, e-mail: coronavirus@seco.admin.ch

Dal lunedì al venerdì dalle 07:00 alle 20:00.

Modulo di contatto “Nuovo Coronavirus” (tasto destro del mouse, aprire il link)

Link al volantino Proteggiti – proteggi l’economia!

Link al volantino “Come ci proteggiamo”.

Richiesta di lavoro a tempo ridotto/
Perdita di guadagno

Per tutti da considerare: Le aziende che pagano salari più bassi e i lavoratori autonomi con redditi più bassi possono segnalarlo al loro fondo di compensazione a partire da domani e gli acconti versati alle assicurazioni sociali saranno ridotti senza complicazioni. Troverete il link qui sotto.

Soprattutto per i lavoratori autonomi: A partire da lunedì, le casse di compensazione AVS mettono a disposizione anche altri moduli e informazioni online, affinché i lavoratori autonomi possano ottenere un’indennità salariale in modo semplice e rapido. Questo è per tutti coloro che non possono iscriversi al lavoro a tempo parziale.
Le casse di compensazione presuppongono che i fondi saranno disponibili a partire da metà aprile.

Il collegamento per entrambi i casi:

Moduli di foglio informativo AHV-IV

Questioni di responsabilità Ritardo e cantiere

L’ufficio riceve regolarmente richieste di responsabilità da parte degli imprenditori interessati in caso di ritardo nella consegna o di mancato adempimento degli accordi contrattuali. Si prega di fare riferimento alle informazioni in appendice (senza garanzia di completezza).

Link alla Factsheet

Credito di emergenza

Coronavirus –
cosa devono sapere ora le aziende

L’ordinanza del Consiglio federale sulle misure di lotta contro il coronavirus lascia spazio all’interpretazione. Si prega di notare che ulteriori adeguamenti e informazioni seguiranno probabilmente nei prossimi giorni.

Prestiti di emergenza

Le aziende possono ora richiedere alla banca i “prestiti Covid19”. Questo tipo di prestito è stato creato nel giro di una settimana dal governo federale, dalla Banca nazionale, dall’Autorità per il mercato finanziario e dalle banche in risposta alla crisi della Corona per fornire alle aziende un supporto rapido e semplice in caso di problemi di liquidità. Le aziende possono richiedere alla propria banca o a Postfinance prestiti ponte fino al 10% del fatturato annuo e fino a un massimo di 20 milioni di franchi svizzeri.

Si distinguono due forme di prestito Covid19
a) Credito Covid19:
– prestiti fino a 500.000 franchi
– Il tasso di interesse è dello 0%.
– Pagamento da parte della banca entro un breve periodo di tempo
– Questi prestiti sono coperti al 100% dal governo federale
– Le aziende hanno dai 5 ai 7 anni per rimborsare

b) Prestito Covid19 plus:
– Prestiti da 500.000 a 20 milioni di franchi
– Il tasso di interesse è dello 0,5%.
– Questi prestiti sono coperti all’85% dalla Confederazione
– È necessario un esame più completo da parte della banca

Chi ha diritto ai prestiti Covid19? (Lista di controllo)
□ Ditte individuali, società di persone o persone giuridiche
□ Aziende con sede in Svizzera
□ Istituito prima del 1° marzo 2020
□ se la domanda di prestito è presentata, non in procedura di fallimento/ristrutturazione o di liquidazione
Le vendite hanno risentito in modo significativo della pandemia di Covid 193.

Chi non ha diritto ai crediti Covid19?
…se il fatturato dell’azienda supera i 500 milioni di franchi svizzeri nel 2019
…se il prestito deve essere utilizzato per nuovi investimenti in immobilizzazioni

Cosa devono fare le aziende per ottenere il credito?
La richiesta di credito è ora disponibile sul sito web https://covid19.easygov.swiss essere disponibile. Qui troverete anche ulteriori informazioni.